I Am Not Okay with This – TV Series Time

Ciao! Oggi voglio parlarvi di una serie TV che ho scoperto da poco su Netflix: I Am Not Okay with This.
La serie, una Comedy Drama pubblicata su Netflix nel 2020, è tratta dal romanzo grafico di Charles Forman. Tra i produttori troviamo anche un produttore di Stranger Things quindi la qualità è assicurata e anche lo stile rétro della serie rimanda alla Serie TV che ha avuto un enorme successo in tutto il mondo.
La prima stagione è composta da 7 episodi che durano tra i 20 e i 30 minuti ciascuno.

Sotto troverete anche una canzone che fa parte della colonna sonora che ho amato.

Ma andiamo a scoprire insieme di cosa tratta.
Il personaggio principale indiscusso della serie è Sydney Novak, una diciassettenne un po’ strana, che ha affrontato da poco un avvenimento tragico, il suicidio del padre… una ragazza che litiga costantemente con la madre, che ha problemi di rabbia e che ha un fratello minore apparentemente molto più maturo di lei. (Quel bambino, Liam, è il bambino più pacato e saggio che io abbia mai visto in una Serie TV, devo ammetterlo. E abituata a personaggi come il bambino insopportabile di The Strain, ne sono rimasta davvero colpita.)

Sydney non è una ragazza popolare a scuola, anzi… è totalmente l’opposto. Un po’ maschiaccio, si sente diversa dagli altri e ha come unica amica Dina, una ragazza completamente opposta a lei, che probabilmente, se non fosse che a scuola quando si sono incontrate erano entrambe “quelle nuove”, non si sarebbe mai interessata a una come Sydney.
Fin qui sembra una storia normale di una ragazza normale che affronta normalmente il liceo… (insomma… quanti di noi hanno passato le superiori positivamente senza alcun problema e desidererebbero vivere nuovamente l’esperienza?) …ma non è così. Sydney infatti oltre che con tutti i problemi adolescenziali, (cotte, ormoni in subbuglio, prime esperienze, nuove scoperte sulla sua sessualità, odio verso altri compagni e rabbia verso i genitori…) dovrà gestire un problema ben più grande… i suoi poteri. Eh si, perché nel primo episodio inizia a rendersi conto di poter fare delle cose con la mente… ma la situazione le sfuggirà decisamente di mano.

LA PROSSIMA SEZIONE RACCHIUDE DEGLI SPOILER, SE NON VOLETE LEGGERLI SALTATE IL RIQUADRO ROSSO E ANDATE AVANTI.

Inizialmente Sydney dà la colpa di quegli inspiegabili avvenimenti che ha generato al caso: casa troppo vecchia, coincidenze… ma man mano si rende conto che non è così e che è stata lei a far sanguinare il naso del nuovo ragazzo di Dina e a spaccare il muro della sua stanza dopo l’ennesima lite con sua madre.
Il suo segreto non rimarrà tale a lungo quando il suo “quasi” vicino di casa, Stan, assisterà alla distruzione di un bel pezzo di foresta.
Che dire, i poteri di Sydney sono impressionanti e pericolosi… e onestamente, nemmeno io sopportavo Bradley… quindi finale spettacolare anche se un po’ scontato (e un pochino scopiazzato da Carrie… non so se l’avete visto.) La cosa però che mi fa attendere con ansia la seconda stagione è un’altra: chi è quell’uomo?… Il misterioso personaggio che la segue che si dissolve come sabbia nel vento? Voi siete curiosi? Io da morire.

La mia opinione
Che dire, questa serie fatta di situazioni adolescenziali e problemi da super eroi (o super cattivi), ambientata in un mondo un po’ rétro alla Stranger Things, mi ha colpita e credo che valga la pena di essere guardata. E’ sicuramente una serie piacevole da guardare e adatta sia ad adolescenti che adulti, dal mio punto di vista personale, né seria né pesante. Io l’ho guardata a pranzo in una settimana.

Per quanto riguarda l’uscita della seconda stagione, ho fatto qualche ricerca ma non ho ancora trovato alcuna risposta certa. A ogni modo I Am Not Okay with This ha avuto successo e tutti sono curiosi di vedere il seguito quindi, nonostante non ci sia alcuna conferma da parte di Netflix, speriamo tutti che inizino a filmarlo presto.

BONUS CONTENT
C’è stato un particolare che ho adorato follemente in questa serie, una canzone: Bloodwitch – Fly

Il mio voto

Classificazione: 3.5 su 5.

Perché? Perché nonostante la serie sia realizzata benissimo, curatissima, con una storia interessante e un cast davvero ben scelto, mi è stato facile indovinare il seguito della storia fin dalla prima puntata e io preferisco dei misteri più complessi da risolvere… preferisco la suspense e gli avvenimenti inaspettati.

Spero che questa recensione vi sia stata di aiuto. Voi avete visto la serie? Lasciate un commento sotto con la vostra opinione se vi va!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: